martedì 22 aprile 2008

ROCCAFORTE ???????

Roccaforte, da dove deriva il vostro nome?
Questa è la classica domanda che ci viene fatta durante le presentazioni di festival o concorsi, durante alcune interviste radiofoniche e televisive oppure per semplice curiosità. La nostra prima sala prove non è stata una cantina o un garage, come per molti gruppi, ma un casolare abbandonato immerso fra le colline del basso Monferrato, tra campi di grano e girasoli. Abusivamente :-) abbiamo installato il nostro studio in una delle numerose stanze e li abbiamo iniziato a strimpellare alcuni giri di DO e SOL (sempre gli stessi...e non venivano nemmeno troppo bene!! ) e alcune cover....per raggiungerlo si doveva percorrere circa 1Km di strada sterrata abbandonando i piccoli centri abitati situati nelle vicinanze. Nel versante est di questo enorme podere c'era un laghetto e spesso al sabato sera ci fermavamo per fare un po' di pescato alla griglia. Salendo per la strada che dal laghetto portava nel cortile centrale si passava davanti alle stalle, dove il sano odore di letame e di fieno era talmente forte che a volte si faticava persino a respirare; dal lato opposto del cortile questi odori venivano sostituiti dal profumo dell'erba appena tagliata ... era un luogo incantevole e dal suo nome Fortezza Rocca Civalieri abbiamo creato il nostro ROCCA + FORTE.
Nei sabati pomeriggi degli anni '90 molti "musicisti" e amici sono transitati, hanno creato, distrutto, abbandonato e poi ripreso tanti discorsi ma probabilmente se cosi' non fosse stato, oggi, non esisterebbe questo meraviglioso mondo che con fatica e tenacia abbiamo creato. Fabio ed io (Bruno) siamo gli unici superstiti e fra i tantissimi ricordi che abbiamo ce ne sono alcuni che rimarranno indelebili nella mente......nei mesi estivi spesso portavamo tutta la strumentazione all'esterno della sala all'ombra di due enormi pini e passavamo ore ed ore a volumi esagerati che il vento portava fra le colline. Nella parete centrale dello studio si era formata, dal soffitto al pavimento, un'enorme crepa che tenevamo sotto controllo con un cordino teso fra due chiodi. Se non siamo finiti in cantina con le vibrazioni dei rumori che creavamo, allora voleva dire che la struttura, comunque sia, era resistente. Di tutto ciò esiste un bel VHS e chissa che magari un giorno non lo mettiamo on line.....
Al di la di aver "svelato" da dove è nato il nostro nome, cosa evoca a voi il nome Roccaforte? ... anche voi avete un luogo reale o immaginario che nasconde i sogni e in cui realmente siete voi stessi?..... si può essere se stessi veramente in un luogo reale??? Dal nostro luogo reale o immaginario è nata questa canzone:

Non devi pensare di essere al sicuro
Se le mura sono alte
Dalle torri si controlla tutto il territorio
Ma ricordati che è sempre universo temporale

Ora sei dentro, eccoti arrivato
Chiudi la porta e lasciala alle spalle
Sono poche le ore da questa realtà
Assaggia è dolce il suo interno

Roccaforte ed è normale
Che chiunque… voglia entrare
Roccaforte è l’immaginazione
Il tuo mondo in un sogno

Un sogno è fatto di tracce colorate
Di forme eccitanti
Le armonie di mille canzoni
I rumori dei nostri pensieri

Passa un attimo e ritorni alla vita di sempre
Realtà che ti avvolge: Tu Uomo
La tua strada riprende il segnato destino
E ora che stai vivendo capisci che siamo veri

Roccaforte ed è normale
Che chiunque… voglia entrare
Roccaforte è l’immaginazione
Il tuo mondo in un sogno
Roccaforte non farti del male
La tua mente è da amare…

9 commenti:

Giulia ha detto...

roccaforte? Una lotta contro se stessi...ma lasciamo stare la mia definizione che è puramente paranoica eh eh eh!
Molto affascinante la storia del nome, mi farebbe piacere vedere almeno una foto del luogo per riuscire a constatare quanto ci sia andata lontano o vicino la mia immaginazione.
Bruno, grazie per il saluto a Cleo.
beh, anche il testo della canzone è bello, particolare, misterioso...sospeso tra aria e cielo.
mandi mandi
Giulia

aNDRea® ha detto...

ah... la storia del pesce alla griglia mi è nuova! Accidenti... perchè non son capitato prima oppure, mi correggo, perchè non ritorniamo a suonare in quel posto, ora che viene la bella stagione?! ^_^

gnam gnam!!!!

Luisia ha detto...

ogni luogo che viviamo aggiunge un tassello alle persona che siamo (e per questo viaggiare è irrinunciabile)...ogni esperienza e quindi anche ogni luogo porta "più in là", a qualcosa che neanche magari ci si immagina. Quante cose sono partite da quella rocca, no? per voi e per tutti quelli che vi vogliono bene!!

Luisia ha detto...

...ma non ho risposto alla domanda!
Il nome Roccaforte mi ricorda di rimanere solidi e compatti, cercando di mantenere e incrementare quello che di immensamente prezioso c'è in noi.

Essere se stessi?io ho i miei 20 mq di libertà, il mio diario e i momenti con le persone che amo e che ho amato ...

Bori ha detto...

io pensavo l'aveste scelto perchè perchè la "roccaforte" nei tempi antichi era il presidio che i cavalieri dovevano difendere... era una solda fortezza...quindi indicava un luogo sicuro...boh! evviva l'ignoranza!

RobJ ha detto...

ciao ragazzi che dite di uno scambio link? fatemi sapere. il mio link è www.queen-robj.blogspot.com

Anonimo ha detto...

Roccaforte è per noi il "luogo" protetto e riparato in cui i pensieri e le emozioni più profonde vengono custodite!
Il posto da cui avete preso il nome deve essere davvero bello, e la descrizione va venir voglia di venirlo a vedere!!!
baci Cri&La

Anonimo ha detto...

forse non lo sapete ma il luogo in cui suonavate ora si sta trasformando in un albergo 4 stelle con centro benessere....

Bruno ha detto...

@ anonimo
grazie dell'informazione, si lo sappiamo quindi a breve tutte le tracce saranno sepolte definitivamente. Per fortuna i ricordi NESSUNO li cancellera' mai e come descritto nel post abbiamo delle vecchie VHS e foto che metteremo in rete appena possibile. Grazie per l'informazione comunque.