sabato 13 febbraio 2010

Bentornato in Italia, Bruno


Questa settimana mi sono assentato per motivi di lavoro. Ho approfittato per una depurazione del mio corpo/mente dalla rete e dai fatti quotidiani. Ho percorso moltissimi km in Germania con alcuni clienti dell’azienda in cui lavoro. Uno di loro è italiano ma vive oltre le alpi da ormai 40 anni. Abbiamo chiacchierato molto durante i vari trasferimenti ed effettuato paragoni di stili di vita, di sistemi politici, di agevolazioni pubbliche e private e altro ancora. Fra i due paesi, oggi, c’è un abisso in tutto. Fra le molte cose che mi hanno colpito e fatto incazzare, per esempio, è come il sistema pubblico in Germania funziona. Se un tizio vuole aprire un’impresa è molto semplice: va nel proprio Comune di residenza, effettua la domanda, paga 25 euro e in 3 minuti si hanno i documenti per poter andare da un commercialista e regolarizzare il tutto. Se scade il passaporto, il proprio Comune di residenza, 15 giorni prima manda l’avviso a casa. Se uno straniero ha bisogno il permesso di soggiorno occorrono 3 ore per averlo. Un operaio che lavora su 2 turni puo’ arrivare a percepire 2.300 euro al mese e la benzina costa come da noi…”BASTA, BASTA, BASTA. … LA PREGO, CAMBIAMO DISCORSO ….”…..
Ieri sera durante il volo di rientro ho voluto ritornare lentamente alla realtà e ho preso La Repubblica … le prime 6 pagine parlavano di Bertolaso e della sua Protezione Civile S.P.A.
VAFFANCULOOOOOOO……bentornato, Bruno, in Italia.

15 commenti:

Euterpe ha detto...

Il solito italiano disfattista...
:-)

il Russo ha detto...

Bentornato all'inferno.

Arcureo ha detto...

...sarà per questo che vogliono eliminare la geografia dai programmi scolastici?
Sennò si rischia di fare paragoni con l'estero...

sirio ha detto...

Amara constatazione della realtà italiana.
E ci credo che ti sei disintossicato!

P.S. dal colore dell'ala che hai ripreso direi che hai volato con Lux-air. Esatto?

Ciaooooo.

Max ha detto...

Auguri per un san Valentino al fulmicotone, ciao.

Bruno ha detto...

@ siro
era un volo Lufthansa eseguito da air dolomiti...gli interni e il ritorno erano Lufthansa

@ per tutti
ho fatto più di 700 km in auto con questo ns cliente e se dovessi scrivere tutto cio' che mi ha detto saturavo il mio spazio blog

skeggia di vento ha detto...

L'italia o la si odia o la si ama... diciamo che stanno facendo di tutto per farcela odiare... siamo icona del passato: la culla del rinascimento... abbiamo avuto il nostro tempo.

Ilaria ha detto...

Bentornato... credo che qua siamo veramente al fondo. Speriamo in un risveglio da parte della massa, ma la vedo duretta!
Spero nei giorvani e parlo tanto con i miei figli... sono la nostra speranza!

Alfa ha detto...

Questo genere di confronti è sempre devastante.
Consoliamoci col cibo, almeno fino alla prossima frode alimentare...

gturs ha detto...

Abitando in una zona di confine sento quotidianamente paragoni tra l'Italia, la Francia e Montecarlo ma alla fine rimango della mia idea, non cambierei per nulla la mondo;))
Ciao Bruno, Roberta

Blogger ha detto...

Funziona meglio pure a Madrid, non in Germania, fai tu...
Bentornato Bruno, come stai?
Il solito ottimista, come me, vedo.
Blogger

Bruno ha detto...

@ blogger
ciao carissimo tutto bene grazie e tu? non ci si sente da una vita ...
anche io, come gturs, non cambierei mai la mia Italia vorrei e mi piacerebbe cambiare il sistema italiano .....
P.S. Scaricati il nostro minialbum ...ciaoooo a presto

Alberto ha detto...

Ben atterrato.

Sì, ricevuto il cd, che è molto bello. Fra un po' me lo risento. Ti avevo ringraziato alla fine di questo post. Ciao.

Bruno ha detto...

@ alberto
ops scusa mi ero perso il post ..troppi impegni e la blogroll spesso non mi aggiorna i post nuovi..grazie a te...

stella ha detto...

Bruno bentornato!
E pensavi che durante la tua assenza qualcosa fosse cambiato in Italia?
Hai trovato Bertolaso nei casini...

Invito te e i tuoi lettori a votare le due poesie semifinaliste.