martedì 26 gennaio 2010

Il simbolo perduto, Dan Brown

Il primo libro di Dan Brown che ho letto è stato Angeli e Demoni (era il dicembre 2004). L'ho trovato molto coinvolgente nella storia e affascinante nell'interpretazione dei simboli. Un po' pesantuccio nella parte in cui tratta l'antimateria.

Subito dopo ho divorato Il codice Da Vinci. Straordinario e proprio poche settimane fa sono stato a Milano a visitare il Cenacolo di Leonardo.

Purtroppo di entrambe le opere sono rimasto deluso dai finali. Temo sia difficile trovare e sviluppare idee con colpi di scena ancora più entusiasmanti di tutta la storia. Comunque a fronte di ciò ho sospeso la lettura dei libri usciti sucessivamente, Crypto e La verità del ghiaccio.
Pochi giorni fa ho finito "Il simbolo perduto". Un'altra corsa contro il tempo, una nuova interpretazione dei simboli con lo stesso protagonista dei primi due, il professor Robert Langdon. Coinvolgente e affascinante scorre via molto leggero anche nella lettura. Un tuffo nella massoneria e nell'arte americana ma purtroppo, anche in questo, il finale "banale" e "scontato" mi fa togliere una stellina al voto globale.
Giudizio personale 6,5/10

11 commenti:

Debora ha detto...

Io ho fatto come te!! Solo che ho letto prima il codice da vinci e poi angeli e demoni...Avevo iniziato le verità del ghiaccio, ma aapena arrivata al punto in cui muoiono i cani da slitta, ci son rimasta troppo male e ho desistito...Ma me ne hanno parlato bene in molti, e penso che non appena finisco il libro inedito di Tolkien, lo ricomincerò a leggere...Crypto l'ho regalato a mia mamma, ma dissi che prima di leggerlo, avrei voluto leggere le verità del ghiaccio...Il simbolo perduto lo ha regalato la ragazza di mio fratello a mia mamma, aspetto che lo finisca, e poi mi ci butto a tuffo, infatti mi ha catturato subito, un po' come i primi due...In effetti i finali sembrano sempre un po' tirati via, ma se hai visto i film tratti dai libri, ti sarai reso conto che sono anche peggio!!!
Ad ogni modo, rimane un grande scrittore, con la capacità di tenerti incollato alle pagine come solo i grandi scrittori sanno fare!!

Pupottina ha detto...

sì, quelli di Dan Brown sono libri che iniziano benissimo, ti coinvolgono e ti fanno fare corse contro il tempo, ma il finale è sempre così un po' in sospeso, niente si risolve mai veramente... ma forse è una strategia in attesa di scrivere il successivo ;-)

Euterpe ha detto...

Dopo il Codice Da Vinci ho desistito.Non è per me.Ovviamente sono gusti personali .

Nicole ha detto...

Mi hanno detto che non è male questo suo ultimo libro...credo lo comprerò...Ma perché accellera nel finale? Pigrizia, stanchezzaa, mha! Ma sai hai davvero ragione!

Confinidiversi ha detto...

E' ancora lì, sul comodino..prima devo finire un altro libercolo. Ma è il prossimo in lista!

Fata Bislacca ha detto...

Si, anche io non riesco a terminarli! Non appena iniziano fughe roccambolesche e ridicole a me vien sonno!
Ti adoro perché spazi proprio da questo a quello!!!
A proposito, come va con le washing balls??

Un grande abbraccio, Cathy

calendula ha detto...

ho letto sia angeli e demoni che il codice da Vinci, ho preferito il primo, il secondo ( a mio parere) è una accozzaglia di informazioni più o meno fantasiose, mi sono fermata a questi due, e si sono d'accordo con te sui finali.... ma è una lacuna comune a moltissimi scrittori, cè stato un libro che mi ha lasciata scioccata ( in maniera negativa) per quanto riguarda il finale: L'ULTIMO CATONE di Matilde Asensi.... è un libro bellissimo, ma il finale mi ha fatto talmente inc....are che per un attimo ho avuto la tentazione di buttare il libro....

Bruno ha detto...

@ fata bislacca
:-) grazie.... la washing balls sta continuando il suo lavoro. quale sia il principio non si sa ma i capi sono puliti. Il detersivo viene ancora utilizzato per un 10 - 15% mentre l'ammorbidente è indispensabile ....prossimamente faro' un secondo post...

Pupottina ha detto...

buon mercoledì ^_______^
da me è freddo e piovoso

Max ha detto...

per chi ha una fede vera sono libri che fanno capire quanto odio ci sia verso Dio e la religione ...

Bruno ha detto...

@ max
perchè scrivi ciò? odio verso Dio e la religione?
non sono assolutamente d'accordo..!! Ci sono punti di vista diversi e non è detto che quello corretto non sia quello della Chiesa. E' proprio la chiesa che in 2000 anni non si è rinnovata e ha imposto le sue regole annullando, cancellando e nascondendo parti di storia. Forse "l'odio" che si è generato, di cui parli, è dovuto proprio a questo. Nessuno mi puo' impedire di credere, ad esempio, che l'ultima cena fosse realmente un banchetto di nozze?. E allora? Cosa potrebbe cambiare nella mia fede questo modo di credere? Non poteva anche lui, in quanto uomo, avere il diritto di amare e sposare una donna? si parla di amore, cio' che ci hanno sempre insegnato....