giovedì 21 maggio 2009

Concerto per l'Abruzzo

Per diversi motivi sono trascorsi più' di 2 anni dall'ultima collaborazione con il Coro Polifonico. Finalmente, sabato 23 maggio, riprenderemo lo straordinario connubio con una bella iniziativa. Un concerto per la raccolta fondi da destinare alla popolazione abruzzese colpita dal sisma. Un concerto dove il rock entra nuovamente nelle chiese e si fonde con la corale. Brani gospel dove i Roccaforte fanno da accompagnamento musicale e brani nostri dove la corale interpreta le parti. Il tutto amplificato da un'acustica naturale che solo questo tipo di ambiente trasmette.


Sabato 23 maggio presso la Chiesa Parrocchiale di Viarigi (AT), inizio ore 21.00:
  • Il coro "2000 & 7 note", più di 60 bambini della scuola M. Mazzarello di Asti
  • Il coro Polifonico di Viarigi, Accorneri e Refrancore composto da circa 40 elementi accompagnati dai Roccaforte
  • I Roccaforte (i 5 scapestrati che conoscete tutti) accompagnati dal Coro Polifonico

Dirige il Maestro LAURA BUSSA


Note sul Maestro: diplomata, a pieni voti, nel 1996 in violino e nel 2003 in Didattica della musica presso il Conservatorio "A. Vivaldi" di Alessandria sotto la guida del M° Garetti Elisabetta. Svolge intensa attività concertistica in varie formazioni cameristiche e sinfoniche, ha collaborato con orchestre quali: l'Orchestra Toscanini di Parma, l'Orchestra Filarmonica Italiana, la Columbus Orchestra del Carlo Felice di Genova, l'Orchestra Cantelli di Milano, l'Orchestra Giovanile del Piemonte, l'Orchestra Classica di Alessandria, l'Orchestra Giovanile di Asti, effettuando tournèe in Spagna, Francia e Svizzera. Ha lavorato con Rai e Mediaset e collaborato in sala di registrazione ed in tour con artisti del panorama musicale quali: Gianni Morandi, Lucio Dalla, Adriano Celentano, Robbie William, Andrea Bocelli, Julio Iglesias, Albano Carrisi, Branduardi. Ha partecipato alla trasmissione televisiva "Tanti cuori attorno al Papa" manifestazione per celebrare il compleanno di Sua Santità Giovanni Paolo II, dalla Sala Nervi in Vaticano.

P.S. Le parti di violino incise sui nostri brani "Bambino" e "Bambino acustica" sono le sue.

13 commenti:

Roberta Granada ha detto...

Oi , gosto muito do teu blog, eu tb tenho um blog sobre artesanato em geral e agora estou disponibilizando aos meus leitores download de revistas encontradas pela net, http://agulhaetricot.blogspot.com,visite-me,beijo.

Debora ha detto...

Ecco, se stavo da quelle parti, avrei partecipato volentieri, è una bella iniziativa benefica, e son sicura che avrà un buon successo!!
Aspetto di sapere com'è andata, mi raccomando!! E....IN BOCCA AL LUPO!!!
Debora.

Debora ha detto...

Bravo Bruno, Linka, Linka, a me può far solo piacere avere un'amica in più!!
Aspetto allora...
A presto!!
Debora

Pupottina ha detto...

rispondo: caro Bruno,
c'è sempre un eccezione che conferma la regola... ;-)

Pupottina ha detto...

è sempre un'ottima iniziativa sostenere gli altri nle momento del bisogno.... un concerto poi riunisce gli animi....
buon giovedì
^__________^

Pietro ha detto...

questo era da vedere!

Pepenero ha detto...

il gospel è sempre molto adatto per le iniziative benefiche: contribuisce a creare un clima di solidarietà e predispone le persone a mettere 'mano alla sacca'.

stella ha detto...

Ottima iniziativa, Bruno.
Il bene elargito, torna...

sirio ha detto...

La trovo una splendida iniziativa, umanitaria e musicale contemporaneamente.
IL gospel è allegro,dinamico,coinvolgente...e voi so bene chi siete!

In bocca al lupo, ragazzi!

Ilaria ha detto...

Mamma mia... deve essere uno spettacolo meraviglioso!
E complimenti per tutte le iniziative a cui partecipate!

Bacioni Brù!

l'incarcerato ha detto...

Veramente, io adoro questi spettacoli. Mi pare che stiate aumentando di qualità carissimo Bruno!

stella ha detto...

Bruno voglio essere la prima a farti gli auguri di buon compleanno.
Tanti bacioni...e tirate di orecchie!

sytry82 ha detto...

Ti prego di scusarmi per questo off topic. Sto segnalando a più persone possibile una lettera scritta da dei detenuti islamici in Sardegna, che anche in questo momento subiscono un regime di detenzione che viola tutti i diritti della persona, nemmeno i mafiosi del 41 bis vengono trattati in questo modo. Trovi la lettera QUI