venerdì 29 agosto 2008

La mamma degli imbecilli è sempre incinta

Oggi pomeriggio mentre mi recavo in ufficio con il mio scooter mi sono preso uno spavento per colpa di un deficiente ( e chiedo scusa per la parola scooter.. :-D..) anche se alla fine non è successo nulla. In un rettilineo di circa un paio di km fuori dai centri abitati, stavo viaggiando ai 90Km/h sulla destra della corsia quasi sulla linea bianca che delimita il bordo della strada, penso e ritengo una velocità non troppo elevata ma soprattutto nel rispetto delle regole stradali e del limite di velocità quando all'improvviso vengo superato da una moto da strada con in sella un signore in posizione da gara e con relativo abbigliamento. Fin qui nulla di anomalo se non fosse stato che il sorpasso è avvenuto a circa una spanna dal mio braccio e ad una velocità stimata (ricordo che io ero ai 90km/h) di 160 / 170 km/h. Ovviamente lo spavento di un passaggio improvviso e dello spostamento d'aria è stato, sul momento, forte ma è poi con il rilassamento e il pensiero delle conseguenze che ci sarebbero state che è aumento il mio panico se, per qualche motivo, mi fossi dovuto spostare dalla mia linea di percorso. Abitando e viaggiando in collina spesso possono attraversare la strada piccoli animali (lepri, fagiani, gatti, ecc) e a volte il fondo stradale non è in condizioni perfette (un buco, una pietra, ecc).
Poche centinaia di metri e il "FENOMENO" si è fermato perchè doveva entrare nell'azienda in cui lavora ma il cancello era chiuso ... mi sono fermato, gli ho bussato sul casco (per vedere se c'era qualche cosa li dentro) e gli ho chiesto se la prossima volta puo' sorpassare piu' piano ma soprattutto PIU' DISTANTE per evitare qualsiasi cosa di brutto......... la risposta che mi è stata data è che IO NON DEVO SPOSTARMI mentre viaggio............

A questo punto, ha perfettamente ragione, infatti la colpa non è sua ..... purtroppo gli imbecilli sono difficilissimi da controllare..... la colpa è di chi commercializza moto e macchine e altro che in prima marcia fanno 120km/h in pochissimi secondi, che hanno motori con TANTI CAVALLI.... ecc, ecc.... Se un mezzo va nelle mani di una persona con il buon senso ed una educazione stradale "normale" problemi non ce ne sono ma, purtroppo, il piu' delle volte NON è cosi quindi io li definisco "proiettili vaganti" i quali non fanno danni fino a quando sul loro percorso non c'è un piccolo inconveniente.

Concludo dicendo (e lo faccio volentieri perchè sono ancora qui a scrivere) che di Valentino Rossi ne abbiamo già uno, un gran fenomeno che ci fa godere........ ma lasciamolo in pista........

4 commenti:

calendula / trattalia ha detto...

e pieno di imbecilli sulle strade, non si capisce perchè poi sono quelli con le auto di grossa cilindrata e con le moto potenti, mia mamma poco elegantemente dice sempre che sicuramente dovranno compensare le dimensioni ridotte in altri parti del corpo... e mi fermo qui!!!

Desy ha detto...

Davvero imbecille forte... io che x lavoro giro molto per la strada, posso dire che le patenti le regalano a chiunque, vedo e mi capitano delle cose che è meglio lasciare perdere!
Un abbraccio Desy.

Bruno ha detto...

Si di imbecilli ce ne sono tantissimi pero' stiamo degenerando in maniera rapidissima.... sembriamo tutti matti, caotici...fretta, veloci...per cosa poi? in un tratto di strada di pochi km quanto tempo si potrà guadagnare? 5 - 6 minuti?..... ne vale la pena mettera in gioco la propria vita e soprattutto quella degli altri? O forse serve per una soddisfazione personale, scaricare tutti i cavalli a terra..il brivido dell'andare veloce.......
in piemontese esiste un detto:" nutil avei tanch cavà a sutta e po' in bel asu ansimma........
traduco.....
inutile avere tanti cavalli sotto e poi avere un bell'asino sopra"

Spinoza ha detto...

Sei stato un signore, Bruno, forse anche troppo. A me sarebbe salito il sangue alla testa e avrei cominciato a infamare tutti i suoi morti...

Innanzitutto non è vero che non DEVI spostarti dalla traiettoria. E se davanti ci fosse stato un ostacolo? E tu gli dovevi dire: "sei tu a non dover andare a quelle velocità, pazzo scriteriato".